CHI SIAMO

IAC si occupa di promozione e produzione teatrale.
Nasciamo nel 2010 in una strada al confine tra la città antica e quella nuova e nasciamo dal desiderio del teatro, della possibilità di incontro, ascolto e sguardo che il teatro crea.
Nei nostri percorsi proponiamo una modalità di lavoro collaborativa in cui tutti possono trovare il giusto spazio per praticare le proprie attitudini ed abilità.
Ci piace dialogare con l'infanzia e la maturità, con il centro e la periferia, con il limite e la possibilità, con la realtà e l'immaginario.
Alla qualità artistica affianchiamo una attenzione specifica al sociale: sperimentare, imparare, scambiare, includere, fare parte di un processo collettivo sono i temi che accomunano i nostri percorsi.

I nostri valori

L'integrazione

Privilegiamo percorsi eterogenei in cui tutti possano trovare spazio senza distinzione alcuna.

La sperimentazione

Proponiamo di provare a costruire percorsi innovativi, di cambiamento e miglioramento per se e per gli altri.

La collaborazione

Chi entra a far parte dei nostri progetti ha la possibilità di entrare in contatto con una rete allargata di organizzazioni culturali e sociali del territorio.

Il team

Nadia Casamassima

Nadia Casamassima

Andrea Santantonio

Andrea Santantonio

Nadia Casamassima

Anna D'Adamo

Andrea Santantonio

Alì Sohna

Perché il teatro?

  • "Perchè abbiamo scelto questa tra le arti?
    Perchè crediamo con molta fiducia che il teatro sia utile?
    Perchè un'arte effimera, che non rimane, irripetibile, mai uguale?
    Perchè la necessità di qualcuno che ci guardi, che ci ascolti, che viva con noi quel momento?
    Perchè raccontare cose di altri, che sono cose di sé e che diventano cose di tutti?
    Perchè abbiamo bisogno di relazioni?
    Perchè desideriamo quell'accellerazione cardiaca, perchè la paura, perchè il vuoto?
    Perchè ci imbattiamo in imprese che hanno del miracoloso?

  • Attraversiamo questi ed altri interrogativi quotidianamente, con il nostro lavoro.
    A volte la risposta arriva da un sorriso, uno sguardo, una parola di qualcuno che quella domanda proprio non se la pone oppure troviamo conferme dai maestri presenti e passati, oppure ci illuminiamo di notte, oppure rimane una risposta silenziosa.
    Forse il perchè sta nel cercare una risposta che non è mai definitiva, che cambia continuamente con noi e con gli altri, con la storia, con le stagioni, con tutto ciò che muta.

    Attraversiamo, la bellezza da un lato, la stupidità dall'altro,
    il coraggio da qualche parte lo prenderemo." Nadia

Get Our Latest News

We only use your email for sending you offers