Matera Città Aperta

Matera Città Aperta è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 – coprodotto da IAC

UTOPIE E DISTOPIE

Matera Città Aperta indaga e sperimenta il tema del limite, inteso come separazione fisica e materiale ma anche come separazione non visibile. Il limite è legato a questioni quali la diversità, la divisione, la costruzione di barriere, l’esercizio del potere, ma anche l’accessibilità, l’inclusione, la partecipazione, l’abbattimento e il superamento di confini.
Il progetto nasce dall’incontro tra organizzazioni provenienti da Italia, Inghilterra e Tunisia e ha coinvolto gruppi di cittadini durante fasi aperte di laboratorio.

Matera Città Aperta è uno spettacolo costruito ad episodi che si sviluppa nell’arco di una settimana, in un crescendo di intensità scenica e suggestioni.
Nella piazza principale viene tracciata una linea che divide la città in due parti.
Nei giorni successivi la separazione diventa materiale, crescendo man mano fino a trasformarsi in un limite invalicabile, un muro che racconta le contraddizioni in cui viviamo: da una parte una dimensione iperconnessa, che mette in comunicazione luoghi e persone distanti, dall’altra una realtà sociale che ci pone sempre più di fronte a separazioni e disuguaglianze.

Il 2019 è il trentesimo anniversario dalla caduta del Muro di Berlino, l’anno in cui l’Inghilterra esce ufficialmente dall’Unione Europea e in cui si alzano nuovi muri per difendere vecchi confini, dal corridoio umanitario nei Balcani, al nuovo muro tra Messico e U.S.A.
Celebriamo questi eventi coinvolgendo la città in una provocazione distopica, con l’intento di costruire, nel tempo, nuove visioni utopiche.

Valori del dossier: accessibilità, collaborazione, coraggio, marginalità
Categorie di interesse: teatro, performing art, installazioni,
Produzione originale

30 settembre – 6 ottobre – Spettacolo teatrale
Piazza Vittorio Veneto, Matera

Partner di progetto:
C-FARA (Materan Italia)
Polo Museale di Basilicata (Italia)
Ravenna Teatro (Ravenna, Italia)
PAV (Roma, Italia)
New Art Exchange (Nottingham, Inghilterra)
Corps Citoyen (Tunisi, Tunisia)

Artisti di progetto
performers
Rabii Brahim
Lily Benromdhane
Nadia Casamassima
Alessandra Crocco
Anna D’Adamo
Alessandro Miele
Ali Sohna

Regia
Andrea Santantonio

Assistente alla regia
Anna Serlenga

Testi di
Erica Galli
Azar Mortazavy
Martina Ruggeri

Installazione Artistica
So Young Chung

Video
Valerio Rocco Orlando

Musiche di
Teho Teardo

Coreografie
Daniele Ninarello

Creazione luci
Vincent Longuemare

Direzione Tecnica
Joseph Geoffriau

Consulenza artistica
Andrea Porcheddu

Organizzazione e Comunicazione
Mauro Acito
Dario Colacicco
Debora Russo

Foto di scena
Luca Centola

Sponsor di progetto
BCC Basilicata
EMMEGI